1083 Didache

Sabato 20 Ottobre 2018 ore 16,00 - Via Grazioli Lante 13

Convegno: "La Sacralità del Pasto"- con Antonello Colimberti  Paolo Galiano, Vittoria Luisa Guidetti, Massimiliano Alessandro Polichetti.

L’offerta del cibo come rito: la cena ebraica ortodossa (Pesaq) ed eterodossa (essena), l’agape e il refrigerium del cristianesimo, il sacrificio agli Dèi di Roma, il pasto mithraico, i rituali induisti e buddisti.

Il pasto è un elemento necessario, oggi per lo più frettoloso e disattento, ma un tempo assai collegato alla ritmica rituale. Dal pasto crudo caratteristico di alcune popolazioni primordiali, sia di cacciatori che di allevatori e coltivatori, non necessariamente connesso a orari e a modalità di svolgimento, si passa a un pasto intorno al fuoco, a una condivisione del cibo procurato tramite la caccia, la pesca, l’allevamento, la coltivazione. Sorge la "tavola", la "mensa", il luogo dove gli uomini si radunano per alimentarsi di respiro, calore, parole, racconti e cibo.

Nel momento in cui queste fasi entrano in una liturgia propiziatoria o di ringraziamento avviene una trasformazione del modo di mangiare. La sacralità del cibo diventa rapporto con gli Dei, l’offerta e il sacrificio di una parte o di tutto ciò che viene raccolto dà origine al mondo dei "fumi" e dei "profumi", degli olocausti, delle ostie e dei sacrifici cruenti e incruenti.

L’ara sorge come luogo dove bruciare o sacrificare, è un posto magico, di morte, sacrificio e resurrezione. L’ara vive prima del tempio, è il temenos, il luogo di culto all’aperto libero da ogni costruzione umana, come le XIII are del sito di Lavinium. Nelle epopee classiche dall’Iliade all’Eneide l’eroe, nelle parti salienti del suo viaggio, prepara un’ara che celebra un sacrificio. Solo dopo si appronta una casa per il Dio che sarà prossima all’ara, così avviene almeno in buona parte della tradizione greco-romana.

1083 Are LavinioNel cristianesimo l’ara diventa interna all’edificio e il Dio abita da subito nel tempio costruito intorno a Lui, similmente a quanto accade nella civiltà egiziana. 
In questo convegno si parlerà dunque dei pasti, intesi in forma rituale, in quella forma cioè che è pressoché scomparsa dal mondo occidentale a causa della nuova forma di "civiltà" che sta progressivamente mutando in tutta la terra.